Menu

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE

Prodotto

  • PROGETTI
Segnala questa pagina ad un amico
  • Captcha
    Clicca sull'immagine per caricarne una nuova

Descrizione

CAMMINANDO FELICI E CONTENTI… PERCHÉ STIAMO ATTENTI
 
iNTRODUZIONE
Il nuovo codice della strada, approvato con decreto legislativo del 30 aprile del 1992, definisce il tema dell’educazione alla sicurezza stradale e le azioni da prendere nella scuola italiana.
A tal fine si è pensato di proporre ai bambini un progetto con percorsi specifici di approfondimento che comprendono: i pedoni, la strada, i mezzi di trasporto, i segnali stradali, il semaforo e il vigile. Verranno effettuate una o più uscite didattiche sul territorio per far vivere direttamente ai bambini la funzionalità e la sicurezza stradale.
L’obiettivo è quello di favorire nei bambini l’acquisizione di comportamenti adeguati e sicuri per la strada. Le attività legate all’educazione stradale consentono: 
• di individuare che la strada è un bene culturale e sociale di cui tutti possono godere; 
• che è un luogo di traffico e di vita che presenta occasioni stimolanti per conoscere persone e ambienti diversi; 
• che è un luogo che presenta dei rischi e dei pericoli se non si rispettano correte norme di comportamento. 
L’interiorizzazione di alcune regole fin dalla prima infanzia assume un significato fondamentale nel percorso di crescita del bambino in qualità di futuro cittadino e di utente consapevole e responsabile del sistema stradale.
 
SVOLGIMENTO
Ambito: La conocenza del mondo
 
OBIETTIVI:
- Conoscere il ruolo del vigile e rispettare le indicazioni stradali che mostra
- Riconoscere e rispettare semplici segnali stradali
- Riconoscere i comportamenti adeguati sulla strada
- Ascoltare e comprendere racconti inerenti all'educazione stradale.

ATTIVITA’ :

- Incontro con il vigile nei giorni e negli orari predefiniti.

Ascolto della storia illustrata e raccontata attraverso le diapositive.

Rielaborazione verbale, guidata dal vigile, e uscita nel parcheggio (tempo permettendo)

per osservare la sua automobile. 
Al termine il Vigile consegnerà ad ogni bambino l’immagine di un cartello stradale e l’attestato di partecipazione, che possono essere colorati in sezione, fornendo un nuovo stimolo di conversazione con l’insegnante.

- Dalla lettura della filastrocca “ i segnali stradali ” prendiamo lo spunto per osservare la sagoma dei segnali e notare la loro somiglianza con le forme geometriche (vedi schede allegate)

- Ricordando l’esperienza vissuta con il vigile, leggiamo la filastrocca “il vigile” e prendiamo spunto per osservare i principali segnali stradali.
Ne ricordiamo il significato, e sottolineiamo l’importanza del loro rispetto (vedi schede allegate)

-  Allestiamo nel salone un percorso stradale realizzato con i segnali, divieti ed obblighi.

Macchine realizzate con scatole di cartone saranno i mezzi con cui i bambini si spostano lungo il percorso, un bimbo seduto nello scatolone ed un altro lo spinge.

I bambini devono dimostrare di riconoscere e saper rispettare i segnali stradali che incontrano.

(a turno è possibile far fare il vigile che ferma e fa ripartire le automobili)

- Partendo dall’osservazione dei quadri degli artisti Macchiaioli, li modifichiamo, notando come erano diverse le strade, con l’aggiunta della segnaletica e delle autovetture, per ipotizzare come potrebbe essere quella strada ai giorni nostri.

L’attività può essere svolta sia singolarmente che a livello di sezione, con un quadro per tutta la classe.       

Contattaci

Contattaci
  • Captcha
    Clicca sull'immagine per caricarne una nuova
I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Altri prodotti nella stessa categoria

Iscrizione newsletter

Iscriviti per ricevere notizie aggiornate

Iscriviti alla nostra Newsletter, ti terremo aggiornati sugli eventi, sui nuovi progetti e sulle evoluzioni di tutti i nostri servizi.